fbpx
Dal Diario di Giorgio

Quando si parte per un viaggio di solito si pensa a cosa portarsi via. Nel mio caso ho provato a pensare anche a cosa poter lasciare.

Giorgio Agostini

Quel giorno è oggi

Attraversare un parco rappresentava per me l’occasione per soffermarmi ad osservare i bambini giocare. C’era chi prendeva a calcio un pallone con la stessa concentrazione di un giocatore di una finale mondiale. Chi rincorreva un amico con lo stesso slancio di un centometrista. Chi si lanciava da uno scivolo con l’euforia di chi stava per compiere una grande impresa.

Attraversai un parco anche il giorno in cui i medici mi comunicarono l’esito di quell’esame. Nella mente avevo mille pensieri che si intrecciavano tra loro. Frammenti di ricordi passati si mescolavano con desideri futuri. Man mano che passavano i minuti l’interrogativo “perché a me?” lasciava il posto a un concetto molto più ampio sul significato dello “star bene”.

Il suono della vivacità dei bambini presenti mi trasmetteva serenità e la voglia di capire. Spostai lo sguardo verso gli adulti che erano nel parco. L’eccessiva premura di alcune madri. La distrazione di alcuni padri. La solitudine di alcuni nonni. Avvertivo le loro paure. I loro tanti piccoli e grandi problemi. Nessuno di loro si stava godendo quel momento, trascinati da differenti ansie. In quell’istante il mio problema era diventato secondario. Mi premeva comprendere se potesse esserci una strada per la promozione della salute.

Ne individuai cinque, terra e cibo, sport e natura, arte e bellezza, salute e benessere, mente e spirito, che oggi sono alla base della Fondazione a me dedicata: Le Cinque Vie di Giorgio. Quando si parte per un viaggio di solito si pensa a cosa portarsi via. Nel mio caso ho provato a pensare anche a cosa poter lasciare.

Dal diario di Giorgio

Se vuoi cambiare il sapore del vino devi mettere il vino nuovo nella botte nuova, dobbiamo creare la nostra realtà dalla nostra nuova mente.

Giorgio Agostini

Cibo e terra

La scelta nutrizionale alleata del quotidiano

In questo contesto vengono promosse coltivazioni secondo metodi biodinamici e sinergici, si svolgono corsi di cucina, seminari formativi, laboratori e visite guidate a fattorie didattiche, corsi di conoscenza botanica e di stagionalità, con l’intento di orientare a compiere le giuste scelte nutrizionali e salutistiche.

Dal diario di Giorgio

Riposa, nutriti con godimento, pienezza e salute, coltiva il cuore, mantieni allenato il corpo, fallo muovere, respirare, sfogare nei limiti della possibilità del momento, lui è contento di questo.

Giorgio Agostini

SPORT E NATURA

Attivare le risorse del nostro organismo

Cogliere l’unione fra Natura e Movimento è quanto permette di sprigionare energia positiva ed acquisire la consapevolezza delle potenzialità fi siche del nostro corpo. Vengono organizzate e supportate diverse attività e discipline sportive per tutti i livelli di preparazione atletica.

Dal diario di Giorgio

Eccomi qui, nel posto in cui non avrei mai immaginato di trovarmi: ricoverato in un letto di ospedale. Mi sono sentito sempre forte, al di sopra di ogni disagio fisico convinto che avrei avuto pochi rapporti con i medici nella mia vita.Sicuro che sarei stato in grado di superare da solo qualsiasi difficoltà fisica e invece ho creduto di essere superiore ad ogni cosa testardo come un mulo ho lasciato che la mia condizione fisica degenerasse progressivamente fino a ridurmi in questo stato. [...]Ho lasciato che la paura avesse il sopravvento sull’amore e sull’umiltà di ammettere.

Giorgio Agostini

Benessere e salute

Parola d’ordine “prevenzione”: per un futuro consapevole

In questo percorso l’obiettivo primario è imparare a conoscere il proprio corpo e capire l’importanza di monitorare la salute rivolgendosi a specialisti e strutture mediche adeguate. Con la frequentazione di seminari formativi ed eventi mirati alla prevenzione, si vuole favorire l’amore verso sé stessi sottolineando l’importanza di screening e visite di controllo periodiche.

Dal diario di Giorgio

Come al concerto di Ludovico Einaudi ieri sera...E' meraviglioso osservare come ogni giorno si ammorbidiscano i miei schemi mentali e come ne guadagni il percepito, la qualità e l'altezza delle emozioni. A questo punto devo continuare a coltivare l'armonia in una meravigliosa sinfonia che inneggia la bellezza.

Giorgio Agostini

ARTE E BELLEZZA

Ogni opera d’arte è metafora della vita

Qualcuno ha detto “L’Uomo è la più bella opera d’arte del Creato”.

Questo significa che in ogni persona è racchiusa una preziosità che la rende unica ed irripetibile e siamo convinti che le possibilità di diventarne consapevoli superino di gran lunga la nostra immaginazione.

La Fondazione si prefigge, attraverso varie iniziative, di risvegliare la coscienza di questo valore. Ognuno possiede delle capacità nascoste e dipende da noi decidere di cercarle all’interno e non più all’esterno, perché, siamo convinti che il sapere e la saggezza siano dentro di noi.

Cogliere la bellezza in tutto ciò che ci circonda, permette di educarci al valore più alto dell’esistenza. E’ un invito a diventare a nostra volta artisti della vita, non solo come esteti, ma anche afferrando il valore profondo della creatività.

Aderendo a questa filosofia si potrà partecipare a mostre e visite guidate per cogliere l’approccio positivo che l’Arte e la sua sensibilità donano.

Si intende anche proporre la partecipazione a laboratori e corsi di orientamento per sviluppare la creatività di giovani talenti che dimostrino una particolare attitudine nel campo della musica, della pittura e dell’arte in generale.

Dal diario di Giorgio

Riconnetterci al nostro vero Sé è ciò che può fare la differenza tra un’esistenza piatta, routinaria, di sofferenza e una vera e propria avventura nella Luce. E’ un cambio del punto di vista, nuovi occhi per guardare la realtà, dove: - le vecchie credenze e le emozioni stonate vengono sostituite da una sinfonia armoniosa e delicata, - la contrapposizione lascia il posto alla collaborazione, - l’attrito e il blocco diventano dinamismo, - la tristezza apre nuovi orizzonti evolutivi, - il giudizio diventa accettazione, - il rancore crea il perdono, - il cuore metafisico si spalanca all’amore incondizionato … e allora tutto e tutti appaiono perfetti come sono!!

Giorgio Agostini

Mente e Spirito

Gestire buoni pensieri in armonia con il proprio “Io” interiore

Obiettivo di questa Via è imparare a guidare la mente a porsi in armonia con il proprio sentire interiore. La Fondazione offre strumenti concreti, tra i quali anche corsi di yoga della risata, meditazione, mindfulness, yoga, C.A.T.C.H.® ed ogni altra attività orientata ad un effettivo cambiamento di approccio alla vita, per una crescita nel quotidiano e per una evoluzione personale.